Dimora Salernum

Booking online by Hotel.BB

From the Blog

Vietri

La ceramica di Vietri: a due passi da Dimora Salernum

La ceramica di Vietri è uno dei prodotti di eccellenza della Costiera Amalfitana,

Se hai deciso di visitare la Costiera Amalfitana, parti da Vietri sul Mare e scopri la ceramica di Vietrivietri3-405x315!

Situata a pochissimi km dal nostro bed and breakfast, Vietri sul Mare è una graziosa cittadina sospesa tra cielo e mare, popolata da casette dalle tegole in cotto e chiesine dalle cupole maiolicate, che domina la piccola valle di Bonea, alla base della penisola sorrentina. Fu antica città etrusca col nome di Marcina, passando poi ai Sanniti, ai Lucani e ai romani, sotto i quali raggiunse notevole prosperità. Distrutta dai Vandali, risorse sotto i Longobardi e fu più volte insidiata dai Saraceni. Dichiarata Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 1997 assieme alla Costiera Amalfitana, Vietri è un concentrato di cultura, testimonianze storiche e tradizioni centenarie, che spaziano dall’artigianato all’arte culinaria.

 

La città è famosa per la ceramica di Vietri, arte che risale a tempi antichissimi e che si è perfezionata nel tempo fino alla produzione di oggetti che sono degli autentici capolavori, apprezzati in tutto il mondo. La ceramica di Vietri  è dappertutto, infatti, passeggiando per le sue stradine capita spesso di imbattersi in edifici decorati da splendide ceramiche o nelle numerose botteghe che espongono e vendono oggetti di ceramica di Vietri, dove oltre ai piatti del classico “buon ricordo”, alle mattonelle, ai portavaso, alle tazzine e ai bicchieri da limoncello, alle lanterne e ai posacenere, spuntano i “coccetti profumati”, impregnati degli odori della Costiera. Alla ceramica di Vietri la cittadina ha dedicato due spazi espositivi: il Museo della Ceramica di Vietri, ospitato all’interno del complesso di Villa Guariglia in località Raito, dove alla tipica produzione di ceramica di Vietri, si affiancano esempi di ceramica campana e meridionale in generale; e il Museo Manuel Cargaleiro, ospitato nelle sale dello storico Palazzo dei Duchi Carosino, dove sono esposte opere di artisti provenienti da tutti i paesi del Mediterraneo.

Ma Vietri è, fin dai tempi dell’antica Marcina, soprattutto un borgo marinaro. Oggi l’antica città di mare etrusca offre alcune delle spiagge più grandi e belle della Costiera Amalfitana. La più famosa è la spiaggia della Crestarella, spiaggia di ridotte dimensioni sovrastata dalla storica torre saracena e che affaccia sui “Due Fratelli”, particolari formazioni rocciose molto simili a piccoli faraglioni, ai quali sono legate diverse leggende. Al di sotto di questa spiaggia si estende la frazione Marina, la cui spiaggia è divisa in due dal fiume Bonea. Qui gli stabilimenti balneari da una parte e la spiaggia libera dall’altra assicurano una piacevole accoglienza turistica. Di notevole interesse anche la Marina di Albori, frazione di Vietri attualmente abitata solo da 350 persone e considerata uno dei più bei borghi d’Italia.

Non mancano le testimonianze storiche, artistiche e architettoniche di uno splendido passato. Il principale monumento è la Chiesa di S. Giovanni Battista nel cuore di Vietri, dedicata al patrono cittadino ed eretta intorno nel XVII secolo in stile tardo rinascimentale napoletano. La chiesa, sorta su una vecchia struttura esistente già nella prima metà dell’XI secolo, è sormontata da una meravigliosa cupola, rivestita di mattonelle maiolicate. Tra gli altri monumenti e luoghi d’interesse vanno segnalati: l’Oratorio dell’Arciconfraternita della SS. Annunziata e del SS. Rosario, al cui

vietri1-405x315interno si ammirano le pittore del maestro Filippo Pennini di Benevento, un elegante esempio di mattonato vietrese del 1864 e gli scanni di legno degli inizi del Settecento; la Chiesa della Madonna degli Angeli, dove si celebra la festa della Vergine degli Angeli la prima domenica dopo Pasqua; la Chiesa S.Maria delle Grazie in località Raito, ricca di opere d’arte; il Santuario di S. Vincenzo nella frazione Dragonea, meta di pellegrinaggi e di passeggiate; e il Palazzo della Ceramica Solimene, realizzato dall’architetto Paolo Soleri nel secondo dopoguerra sul modello del Guggenheim Museum di New York.

Vietri non è famosa solo per la ceramica di Vietri . A conferma della vivacità culturale e della ricchezza delle tradizioni locali, a Vietri si svolgono un gran numero di manifestazioni, eventi e feste, tra le quali spiccano: la Festa Patronale di San Giovanni Battista a giugno, dove in un clima di giubilo e devozione si celebra il patrono del paese con processioni e fuochi d’artificio; la rassegna “Concerti d’estate a Villa Guariglia“, festival di musica classica e jazz; e la Gara Nazionale annuale Fin di nuoto, che si disputa nell’incantevole tratto di costa che va da Cetara a Vietri sul Mare.

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *